La cura della memoria II (Ed 2018)

Presentazione

La seconda edizione dell’International Summer School di Ateneo  La cura della memoria (2018) sarà dedicata al racconto dell’esperienza artistica contemporanea e favorirà il confronto tra studiosi e artisti nella ricerca di nuove politiche e forme di sensibilità della documentazione per immagini, lavorando sull’interazione tra la complessità dell’esperienze artistiche contemporanee e le pratiche di conservazione per la memoria culturale. Il progetto è parte del Piano d’Eccellenza 2018-2022 del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Pavia ed è realizzato in partnership con  l’Université Sorbonne Nouvelle Paris 3, la Yale University e la Galerie Jocelyn Wolff e con il patrocinio della Consulta Universitaria del Cinema e dell’Assessorato alla Cultura, Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Pavia.

Struttura

Il corso della durata di una settimana (24 – 28 settembre 2018) è aperto ad un massimo di 50 allievi ed è così articolato:

I) SPAZIO FOCUS
Studiosi di varie discipline si confronteranno proponendo focus tematici intorno alle pratiche di documentazione delle varie esperienze artistiche (performance, danza, fotografia, arte, istallazioni) definendo il quadro della riflessione sulla contemporaneità artistica.

II) SPAZIO WORKSHOP
Artisti, operatori culturali, ricercatori e professionisti presenteranno, in una discussione aperta, le loro esperienze e i loro progetti di lavoro sul tema proposto. LAB. Labirinto sensoriale: creato da Iwan Brioc, direttore artistico del Cynefin Theatre, il Sensory Labyrinth Theatre è un metodo finalizzato alla creazione di performance immersive, site-specific e multisensoriali, con la comunità e per la comunità.

III) SPAZIO FESTIVAL
Presso il Cinema Teatro Volta, durante tutta la settimana, la Summer School organizza l’EX|ART Film Festival, un articolato evento festivaliero che prevede un concorso per registi e giovani talenti della videoproduzione indipendente intorno alla documentazione delle esperienze artistiche contemporanee.

 

Programma(2018)